di Patrizio Guerzoni, Tommaso Aschi

Villaggio per la Terra, 24 aprile – Le studentesse dell’Università Cattolica di Roma, presenti a piazza 5 all’Earth Day illustrano i principali obiettivi del medesimo numero in Agenda ONU 20130, per l’assottigliamento delle disuguaglianze fra i due sessi.

Per far ciò espongono le ancora presenti differenze fra uomo e donna in vari ambiti e di varia tipologia, sociale e professionale. Analizzando la discriminazione della donna, pitturano un perfetto quadro realista sulla condizione della figura femminile nel mondo, a partire dai paesi così detti “meno sviluppati” – nei quali le principali problematiche riguardano ancora una disuguaglianza nei diritti politici e una sottomissione al proprio marito – fino ad arrivare all’immancabile analisi della società del nostro paese – in cui sono ancora presenti differenze nell’ambito della selezione lavorativa e nella distribuzione salariale. L’obiettivo finale condiviso da 193 Paesi si riassume in una maggior educazione per le nuove generazioni al rispetto del sesso femminile e alla scomparsa di violenze sulle donne.

Intervista condotta da giovani dei laboratori di #SchoolOfMedia de IlRefuso-Giornalisti Nell’Erba*.

*Il progetto #SchoolOfMedia è co-finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale – e dalla Regione Lazio, art. 82, L.R. 6/99 e ss.mm.ii

Share this article

Redazione centrale di giornalistiNellerba.it Giornalisti Nell'Erba è realizzato dall'associazione di promozione sociale Il Refuso. Nel tempo ha collezionato tanti riconoscimenti e partnership come ad esempio quelle con ANSA, Ordine Nazionale dei Giornalisti, Federazione Nazionale della Stampa, Federazione Italia Madia Ambientali FIMA, European Space Agency (ESA), Agenzia Spaziale Italiana, Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Lega Navale Italiana, Marina Militare, Università di Roma Tor Vergata. Ha i riconoscimenti della Presidenza della Repubblica, del Ministero dell'Ambiente e tante altre istituzioni.

Facebook Comments

Post a comment

quattro × quattro =