caschi bianchi 1

Perugia, Festival internazionale del giornalismo Si intitola Last men in Aleppo il film documentario del regista siriano Firas Fayyad. E’ una toccante pellicola che mostra con video originali le operazioni di soccorso dei caschi bianchi.

Ma chi sono questi uomini? Si tratta un gruppo di volontari chiamati così per via del loro caratteristico copricapo. Provengono da qualsiasi ceto sociale e la loro  missione principale è salvare più persone possibili nell’assurda guerra siriana.

Caschi bianchi 2Mettono a repentaglio la loro vita lavorando in condizioni di estrema pericolosità. Hanno salvato più di sessantamila uomini. I caschi bianchi sono stati fondati nel 2013, all’inizio erano circa 25 volontari, ma oggi le loro fila contano più 2890 persone, tutte siriane.

Sono attivi in prevalenza nelle zone assediate dai ribelli, come la parte orientale di Aleppo e sono finanziati dai paesi democratici o da donazioni private.

Sono instancabili, cercano vittime tra le macerie, esultano quando trovano persone vive e si disperano quando trovano cadaveri. I caschi bianchi in questa folle guerra sono una delle poche note positiva: un bagliore di umanità che lenisce questo scontro atroce.

Facebook Comments

Post a comment

diciassette + due =