dal nostro inviato

altDublino –  Si e’ recentemente conclusa a Dublino, nella prestigiosa sede del Trinity college, l’edizione 2013 della Urbact Summer University. Urbact e’ un programma europeo volto a promuovere e incentivare uno sviluppo urbano sostenibile. Nell’ambito del programma e’ stata istituita la Summer University un’esperienza di apprendimento rivolta ai membri dei gruppi di supporto locale con l’intento di rafforzare la loro capacità di ideare un piano di azione delle politiche urbane in grado di comporre le diverse istanze della comunità.

La Summer University non e’ un semplice ciclo di seminari ma un evento dinamico e interattivo. Ai partecipanti e’ stato dato l’obiettivo di sviluppare soluzioni pragmatiche e innovative per l’immaginaria citta’ di Allium. Diversi gli ambiti di interesse individuati:

-creazione di spazi pubblici condivisi

-soluzioni innovative per una citta’ sostenibile

-bassa emissione di carbonio

-promozione delle attivita’ imprenditoriali

-rendere Allium una citta’ che attragga i giovani per vivere e lavorare

-servizi pubblici del 21esimo secolo

Per affrontare adeguatamente le diverse problematiche di Allium i partecipanti sono stati suddivisi in differenti laboratori consistenti in simulazioni di gruppo minuziosamente organizzate e appassionatamente partecipate. Al termine dell’attivita’ di gruppo ciascuno dei laboratori ha presentato al sindaco di Allium – il moderatore Peter Ramsden – le proprie soluzioni o raccomandazioni.

Indubbiamente, tra gli aspetti piu’ interessanti di questi quattro giorni di laboratori e dibattiti,  vi e’ la possibilita’ di confrontarsi con le eterogenee visioni e i differenti approcci  di sviluppo urbano presenti attualmente nel contesto europeo.  Sono, infatti, 130 le citta’ che seguono progetti Urbact e 26 le nazioni europee rappresentate.

L’Italia vanta una posizione rilevante, con ben 15 citta’ coinvolte: Roma, Napoli, Messina, Reggio Emilia, Forli, Trieste, Bari, Lecce, Cesena, Novara, Edine, Venezia, Trento, Torino.

E, se e’ vero che in questo ambito non e’ possibile ignorare le istanze dei piu’ giovani, seguite il prossimo  URBACT Children Drawing Contest.  

Piu’ di 300 i ragazzi, di eta’ compresa tra i 6 e i 12 anni’, provenienti dalle citta’ che collaborano con Urbact, sono stati chiamati a presentare la loro visione della citta’ ideale. 

Il contest, iniziato il 15 maggio 2013, proclamera’ il vincitore il prossimo 20 settembre. Cliccate qui per votare i lavori dei bambini.

 

altTra le città italiane che partecipano ad Urbact, Reggio Emilia. Incontriamo Carla Cavallini, direttrice dello Europe Direct  Emilia.   

Dott.ssa Cavallini in che modo il comune di Reggio Emilia è legato al programma Urbact?

Il comune di Reggio Emilia è coinvolto nel progetto Enter.hub. Progetto che ha l’obiettivo di realizzare il nodo ferroviario medio-padano. A Reggio è stata recentemente costruita e inaugurata una stazione ferroviaria dell’alta velocità  Il progetto ha messo in rete 12 città di altri paesi europei che hanno interesse a valorizzare l’interconnessione tra i vari sistemi di trasporto. Tutte le città sono di media dimensione e presentano, quindi, le medesime caratteristiche in termini di popolazione. La rete tra diverse città permette di attuare uno scambio di esperienze e l’acquisizione di buone prassi. 

 In qualità di Europe Direct, qual’è il vostro ruolo all’interno del progetto?

Lo scopo del progetto è produrre un piano di azione locale per il bacino servito dalla stazione. Lo Europe Direct  è stato scelto, in quanto soggetto super partes, per coordinare il gruppo di supporto locale. Non è portatore di interessi di interessi di parte ma soggetto neutrale. Inoltre,Europe Direct-Emilia è abituato a lavorare in altri paesi e conosce (e applica) le metodologie di lavoro dello sviluppo locale: albero dei problemi, analisi SWOT, matrice degli stakeholders etc.

– Ritiene che l’esperienza della Summer University sia effettivamente formativa? Quali aspetti ha trovato maggiormente interessanti?

Un’esperienza utile per ripassare le metodologie ma l’aspetto più interessante è la possibilità di fare rete, sapere di altri progetti e vedere nuovi approcci. Indubbiamente un’organizzazione impeccabile e formatori molto validi, inoltre, la sede ha aiutato a rendere maestoso l’evento.

L’esperienza locale e il confronto con i diversi territori permettono di essere fiduciosi riguardo la possibilità di uno sviluppo urbano sostenibile?

 Si, perché creare gruppi di supporto locale che aggregano portatori di interesse della comunità aiuta a far sì che le decisioni non vengano calate dall’alto. Si sviluppa un metodo migliore, ogni soggetto apporta idee e condivide opinioni non è più un solo tecnico comunale che valuta unilateralmente le decisioni. A Reggio il gruppo di supporto viene convocato periodicamente e a partecipare non sono solo urbanisti, ma anche, ad esempio, cooperative, centri sociali e centri anziani.

– Qual’è, secondo lei, l’importanza di una partecipazione giovanile all’interno di questo processo? Come si può lavorare per rendere i ragazzi protagonisti nello sviluppo della propria comunità?

Diversi progetti sono incentrati esclusivamente sui giovani come priorità. Fare città migliori per i giovani, più accoglienti. Al di là dei singoli progetti Urbact ritengo che la loro partecipazione sia al primo posto ma il problema è come intercettare le istanze dei più giovani perché nelle scuole il rischio è che, alla fine, la voce sia quella delle maestre. Forse sarebbe meglio guardare ad associazioni diverse come in ambito sportivo o musicale. Insomma, migliorare la capacità di ascolto degli adulti e capire bene come e dove i più giovani possono essere intercettati.

Share this article

Redazione centrale di giornalistiNellerba.it Giornalisti Nell'Erba è realizzato dall'associazione di promozione sociale Il Refuso. Nel tempo ha collezionato tanti riconoscimenti e partnership come ad esempio quelle con ANSA, Ordine Nazionale dei Giornalisti, Federazione Nazionale della Stampa, Federazione Italia Madia Ambientali FIMA, European Space Agency (ESA), Agenzia Spaziale Italiana, Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Lega Navale Italiana, Marina Militare, Università di Roma Tor Vergata. Ha i riconoscimenti della Presidenza della Repubblica, del Ministero dell'Ambiente e tante altre istituzioni.

Facebook Comments

Post a comment

tredici + dodici =