Trame, il festival dei libri sulle mafie, apre il 21 giugno la sua settima edizione (Lamezia Terme dal 21 al 25 giugno). Tra gli ospiti di quest’anno, anche il presidente del Senato Pietro Grasso, che sarà protagonista giovedì 22 giugno alle 18 di un incontro dal titolo Ricordi di mafia, un dialogo con il pubblico insieme al direttore artistico di Trame, Gaetano Savatteri. Oggetto dell’appuntamento, l’ultimo libro Storie di sangue, amici e fantasmi(Feltrinelli) in cui il presidente del Senato, dopo venticinque anni dalle stragi di Capaci e di via D’Amelio, torna a percorrere i tragici eventi che hanno portato all’uccisione di uomini dello Stato per mano della mafia.

Per 5 giorni Lamezia Terme diventerà il centro nevralgico di un confronto tra scenari italiani ed europei, puntando la lente d’ingrandimento su avvenimenti che hanno segnato la storia d’Italia. I dieci anni della strage di Duisburg, Brexit e riciclaggio, massoneria ed ecomafia in Calabria, traffico illecito di opere d’arte e l’incontro “sbirri con la penna”. La settima edizione è dedicata a ‘Io non ho paura’.
“Con il progetto ‘Trame’ vogliamo contribuire a quella rivoluzione culturale, che ieri Falcone e Borsellino, e oggi tutti gli uomini dello Stato impegnati a contrastare i fenomeni criminali e mafiosi ritengono indispensabile per liberare le nostre comunità e l’intero paese” afferma Armando Caputo, presidente della Fondazione ‘Trame’. Partecipare a Trame, per il direttore artistico Gaetano Savatteri “è un modo per vedere i volti di tantissimi che hanno il coraggio di credere nella cultura contro ogni intimidazione”.

Qui il programma completo del festival.

Tra gli incontri della 7° edizione di Trame Festival, quello con il magistrato e procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri in un dibattito, moderato da Gaetano Savatteri (direttore artistico del Festival) sul libro Padrini e Padroni. Come la ‘ndrangheta è diventata classe dirigente (Mondadori), scritto a quattro mani con il giornalista Antonio Nicaso.

Tra gli ospiti delle cinque giornate di Trame, il magistrato Piercamillo Davigo, il magistrato Raffaele Guariniello, lo studioso Isaia Sales, il regista Carlo Carlei, la criminologa Anna Sergi (scampata miracolosamente all’attentato del 3 giugno scorso sul London Bridge) e Giovanni Impastato, fratello del giornalista ucciso il 9 maggio 1978 a Cinisi dal clan di Gaetano Badalamenti. Attesa anche per il reading, in anteprima nazionale, “L’inganno delle parole”, nato da iniziativa dell’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani con Trame, con la partecipazione straordinaria dell’attrice Lina Sastri.

Al centro della cinque giornate anche altri temi tra cui: il decennale della strage di Duisburg, la strage di Ferragosto che portò in Germania la sanguinosa faida di San Luca con l’uccisione di sei persone originarie della Calabria; a Lamezia Terme ne parleranno lo scrittore Sandro Mattioli, presidente dell’associazione tedesca “Mafia? Nein Danke!”, e Bernhard Pfletschinger. autore di un documentario sulla strage.  Un altro incontro sarà dedicato a Brexit e riciclaggio con la partecipazione del colonnello della Guardia di Finanza Claudio Petrozziello, esperto del settore, e dello storico britannico John Dickie. Spazio anche alla questione delle infiltrazioni mafiose nella massoneria con la partecipazione diStefano Bisi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia. Curiosità per l’incontro intitolato “Sbirri con la penna” dove due rappresentanti delle Forze dell’ordine, il Colonnello Roberto Riccardi e il poliziotto Piergiorgio Di Cara, affermati autori di gialli, si confronteranno sulla passione per la scrittura degli uomini in divisa di Forze di Polizia spesso “concorrenti”, riflettendo sul rapporto tra realtà e fantasia.

Trame 7 conferma la collaborazione con Confcommercio – Imprese per l’Italia,  presente con l’iniziativa “Io non ho paura di fare impresa”, con l’Istituto della Enciclopedia Italiana TreccaniLegambienteSave the Children, con tutti gli istituti scolastici di Lamezia Terme.

E con Giornalisti Nell’Erba, che sarà presente con 6 giovani inviati delle redazioni di Perugia (liceo G. Alessi, La Siringa) e di Bagheria (Ist. Don Sturzo).  Gabriele Ripandelli, Mario Bucaneve, Sonia Forlimbergi, Margherita Esposito, Anna Zizzo e Vanessa Coricello, in rappresentanza delle redazioni che hanno vinto il primo premio per la sezione di giornalismo tradizionale di Giornalisti Nell’Erba 2017, seguiranno l’intero festival e aggiorneranno i nostri lettori con servizi e interviste da Lamezia. Potete seguirli nella sezione “Trame negli speciali del nostro giornale.

 

Share this article

Redazione centrale di giornalistiNellerba.it Giornalisti Nell'Erba è realizzato dall'associazione di promozione sociale Il Refuso. Nel tempo ha collezionato tanti riconoscimenti e partnership come ad esempio quelle con ANSA, Ordine Nazionale dei Giornalisti, Federazione Nazionale della Stampa, Federazione Italia Madia Ambientali FIMA, European Space Agency (ESA), Agenzia Spaziale Italiana, Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Lega Navale Italiana, Marina Militare, Università di Roma Tor Vergata. Ha i riconoscimenti della Presidenza della Repubblica, del Ministero dell'Ambiente e tante altre istituzioni.

Facebook Comments

Post a comment

uno × due =