Giovedì 24 Ottobre è stato presentato il progetto per installare una barriera alla foce del Tevere con lo scopo di prevenire la dispersione di rifiuti in mare.

Sappiamo infatti che la maggior parte dei rifiuti che finisce in mare viene trasportata dai fiumi gran parte dei quali viene composta da scarti di plastica, che rappresentano un pericolo esponenziale arrivati in mare.

Ciò a causa delle microplastiche, ovvero lo stadio di decomposizione della plastica in cui essa è così infinitamente piccola da infiltrarsi praticamente ovunque, dal sale da cucina alla fauna ittica

La barriera acchiappa rifiuti. Foto di C. Avenali

Il progetto è già stato sperimentato con la foce del Po, con l’intenzione di riciclare i rifiuti raccolti.

“Ci saranno due mesi di sperimentazione per poi decidere come procedere” ha dichiarato Cristiana Avenali che ha suguito il progetto per la Regione Lazio aggiungendo anche: “C’è voluto molto lavoro, vista la complessità del contesto e i molti soggetti coinvolti con diverse competenze, ma ne valeva la pena vista l’importanza strategica del progetto che oggi abbiamo presentato”

Questo sarà anche un ottimo metodo di misurazione per comprendere le quantità di rifiuti trasportati dal Tevere ogni anno.

Facebook Comments

Post a comment