Laureato in Economia dell'Ambiente e dello Sviluppo. Houston, we have a problem: #climatechange! La sfida è massimizzare il benessere collettivo attraverso la via della sostenibilità in modo da garantire pari benefici tra generazioni presenti e future. Credo che la buona informazione sia la chiave in grado di aprire la porta del cambiamento. Passioni: molte, forse troppe.

Malagrotta, guerra di notizie

Movimento 5 Stelle contro il Tg1 diretto da Orfeo. Motivo (ultimo) della discordia: la discarica di Malagrotta. “Dal Tg1 di Orfeo ora arrivano le ‘eco-balle’ sui rifiuti di Roma. Sabato 8 aprile il telegiornale diretto da Mario Orfeo ha diffuso una notizia totalmente falsa sulla gestione dei materiali post consumo (rifiuti) di Roma dichiarando che avrebbe

[ Read More ]

Un brutto clima al G7 energia

“Con gli USA non ci sono state frizioni” ha dichiarato il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda al termine del G7 Energia di Roma. Proprio questo è il punto. Se gli altri Paesi vogliono continuare nelle loro politiche energetiche e climatiche, come fanno a non avere un posizione di contrasto a quella degli Stati Uniti? Dal

[ Read More ]

Trump: gestisce lui la vera “Suicide Squad”

Ci aveva già provato il suo braccio armato, pronto a sparare sulle politiche ambientali.  Ancora prima che Trump diventasse presidente, l’avvocato Scott Pruitt (ora attuale capo EPA, l’Agenzia per la Protezione Ambientale USA) ribattezzato dalla rete #pollutingPruitt, infatti, era tra i fautori della richiesta di sospensione presso la Corte Suprema del Clean Power Plan. Presentato da Obama

[ Read More ]

ING si sfila dall’oleodotto di Trump. E Banca Intesa?

La banca olandese ING decide di togliere i propri finanziamenti dal Dakota Access. Buona notizia. E nel frattempo aumentano le pressioni nei confronti di Banca Intesa. Oggi, 30 marzo, sta esplodendo la campagna #DivestDAPL, soprattutto sui social. La campagna mira a fare in modo che Intesa San Paolo disinvesta dal controverso oleodotto Dakota Access, quello della lotta Sioux. L’oleodotto viola infatti

[ Read More ]

EU 60: in marcia per un’Europa libera dai fossili

Diritti, economia, sicurezza, lavoro, coesione sociale, energia, integrazione. Tutto passa per la lotta al cambiamento climatico. E, in vista della marcia “la nostra Europa” per il sessantesimo anniversario dalla firma dei Trattati di Roma, Coalizione Clima (di cui Giornalisti nell’Erba è parte) lo ha ribadito con l’evento “Zero Carbon – For a European Stand Against Climate Change” (tenuto

[ Read More ]

900 milioni di persone senz’acqua da bere

Oltre i limiti del Sistema Solare. Alla costante ricerca dell’elemento fonte di vita, l’acqua. Ma sul nostro Pianeta l’accesso all’acqua è un diritto globalmente riconosciuto? Senza acqua non c’è sviluppo. Non c’è cibo, non c’è economia che tenga e manca una crescita sia dal punto di vista culturale che sociale, per non parlare dei rischi

[ Read More ]

La campagna ENEA per un cinema sostenibile

L’industria italiana del cinema è responsabile per la produzione di 5600 tonnellate di CO2 l’anno. All’interno di questo settore manca un vero e proprio quadro di riferimento ma, negli ultimi anni, sono stati comunque messi a punto 3 “protocolli di sostenibilità”: l’Ecomuvi (realizzato da Tempesta film insieme ad Icei), l’Edison Green Movie e il Green Ciak

[ Read More ]

Premio giornalistico ANEV: Sergio Ferraris vince per il WEB

Premiati i vincitori di “Energia del Vento 2016“, premio istituito dall’ANEV (Associazione Nazionale Energia del Vento). A vincere i giornalisti ritenuti “più meritevoli da ANEV nell’aver affrontato i temi dell’ambiente, dell’energia rinnovabile ed eolica”: Sergio Ferraris, Igor Staglianò, Luca Pagni,  Lucas Duran e Gianluca Zapponini. Sergio Ferraris, direttore di QualEnergia e Presidente Comitato scientifico per il premio nazionale di Giornalisti

[ Read More ]

ETS: quell’oscuro meccanismo che mette a rischio Parigi

Tiene banco al Parlamento europeo la riforma dell’ETS (Emission Trading Scheme), messo in campo dall’UE per abbassare il livello comunitario di emissioni gas serra. Istituito in seguito alla ratifica del Protocolo di Kyoto, è oggi uno dei maggiori strumenti utilizzati dall’Europa per conseguire gli impegni presi a Parigi. La sua attuazione coinvolge centrali elettriche e grandi impianti industriali (settori

[ Read More ]