Microplastiche trasportate dal vento

La plastica ‘è per sempre’. Sostanzialmente la plastica non è soggetta al deterioramento che accompagna tutte le sostanze organiche alla fine del loro ciclo di vita. Essa infatti si scompone in parti sempre più piccole, il che la rende estremamente pericolosa per gli esseri viventi del nostro pianeta, noi compresi, che finiscono per assimilarla, volontariamente

[ Read More ]

La letterina GNE

L’emergenza Covid ha drasticamente cambiato la nostra quotidianità e questo primo Natale ‘a distanza’ è l’ennesima prova che il 2020 ci costringe ad affrontare per arginare la crescita dei contagi. Insieme al nostro nuovo modo di vivere, è cambiato anche il modo di fare acquisti. Il picco di vendite online nell’ultimo anno è salito vertiginosamente e

[ Read More ]

Dissesto ideogeologico, danni miliardari

“Gli eventi delle scorse settimane hanno causato più di un miliardo di danni a un territorio già fortemente provato da mesi e mesi di pandemia. Il Piemonte è una terra che non chiede mai nulla a nessuno, ma stavolta abbiamo bisogno che lo Stato e l’Europa siano al nostro fianco e ci sostengano” queste le

[ Read More ]

La politica che uccide senza appello

L’ennesimo caso di una troppo approssimativa gestione del territorio arriva dal Trentino, proprio quella regione che, a parole si vanta della sua propensione alla salvaguardia della natura e della biodiversità ma che nei fatti non esita un istante a emettere un’ordinanza di abbattimento per un Orso, o un’Orsa che in fondo non stava facendo nulla

[ Read More ]

Gli oceani assorbono molta più CO2 del previsto

I ricercatori del Centro di geografia e scienze ambientali dell’Università di Exeter sostengono che l’assorbimento di CO2 da parte degli oceani sia molto maggiore di quanto stimato. Per quanto i precedenti studi in merito prendessero in considerazione molti fattori, secondo i ricercatori di Exeter ne tralasciavano uno fondamentale:  le differenze di temperature che esistono tra

[ Read More ]

Feromoni al posto dei pesticidi

Un team di scienziati delle Università di Bath e Sussex ha sviluppato un rivoluzionario metodo contro le formiche tagliafoglie (Atta Fabricius). Questo metodo potrebbe ridurre drasticamente l’impiego di pesticidi chimici, che come sappiamo inondano il mercato agricolo. I ricercatori hanno elaborato un sistema che prevede il posizionamento di trappole denominate strutture metallo-organiche (MOF) Per attirarle

[ Read More ]

Entro il 2100 gli orsi polari potrebbero estinguersi

Uno studio pubblicato su Nature Climate Change riporta una una stima davvero preoccupante: secondo gli esperti gli orsi polari si estingueranno in meno di ottant’anni. La causa dell’imminente scomparsa di questa specie è da attribuirsi allo scioglimento dei ghiacci del PoloNord e circostanti. Quelle che una volta erano immense distese di ghiaccio e rappresentavano un

[ Read More ]

L’inversione dell’era glaciale è causata dall’uomo

Pubblicata su Scientific Data, una ricerca condotta dall’università dell’Arizona conferma le posizioni della maggior parte degli scienziati: il riscaldamento globale è di natura antropica. Lo studio ha analizzato un evento di raffreddamento globale iniziato all’incirca 6500 anni fa. A seguito di questo evento, la temperatura media globale si è raffreddato ad una velocità media di

[ Read More ]

Le paludi del Mississipi sono sotto scacco

Uno studio pubblicato su Science Advances condotto da Torbjörn Törnqvist, professore di Geologia all’università di Tulane, dichiara che resta poco tempo prima che 15.000 km quadrati di zone costiere umide scompaiano. Secondo il professor Törnqvist il tasso di innalzamento del livello del mare causato dal riscaldamento globale, avrebbe già superato un punto di non ritorno.

[ Read More ]

Il veleno delle tarantole per il dolore cronico

Non è stregoneria, un team di ricercatori dell’Università del Queensland è riuscito a sviluppare una nuova mini proteina utilizzando il veleno delle tarantole. Sembra infatti che le molecole contenute nel veleno dell’aracnide siano una valida alternativa rispetto ai farmaci a base di oppio, i quali inducono forti dipendenze. Christina Schroeder dell’Institute for Molecular Bioscience dell’istituto

[ Read More ]