News

Le ultime notizie

Educazione ambientale, protocollo MIUR-MATTM

5 dicembre – Firmato il Protocollo d’intesa tra MIUR e Ministero dell’Ambente per l’Educazione ambientale nelle scuole. Messi a disposizione i primi fondi per 1 milione e 300 mila euro (500 mila dal Miur, 800 mila dal Ministero dell’Ambiente). Secondo i ministri, si tratta di un primo passo per elaborare un “Piano nazionale per l’Educazione

[ Read More ]

Clima, “una questione di vita o di morte”

3 dicembre – “Quella del clima è già oggi una questione di vita o morte” per diverse le regioni e paesi del mondo, dice Antonio Guterres, segretario generale delle Nazioni Unite, nell’appello rivolto alle circa 60 delegazioni presenti al discorso di apertura della COP24 a Katowice. “Abbiamo veramente un grosso problema”, ha ribadito Guterres. “L’impatto

[ Read More ]

Idee e stretegie per la sostenibilità delle isole

Sostenibilità, rinnovabili, economia circolare, strumenti legislativi, infrastrutture idonee ad affrontare le minacce dei cambiamenti climatici, e turismo sostenibile: ecco le strategie per affrontare lo sviluppo – e le difficoltà – delle isole minori in Italia e nel mondo. Di questo si è parlato, a fondo, alla 3° conferenza nazionale di Greening The Island a Roma,

[ Read More ]

Costa a Coalizione Clima: “Dialogo tra ministeri”

La Coalizione Clima, a ridosso dell’inizio della COP24 in Polonia, ha incontrato il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa. Al tavolo del dibattito i membri della Coalizione, dopo aver ricordato il pesante monito arrivato dall’ultimo report dell’IPCC e dalla lettera congiunta firmata da 16 Capi di Stato tra cui il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, hanno manifestato

[ Read More ]

300 educatori ambientali chiedono rilancio INFEA

di Sergio Sichenze* Trecento partecipanti, tra cui educatori ambientali da tutta Italia,  anche dei CEAS regionali, cioè i centri di educazione ambientale e alla sostenibilità, che di altri organismi (Regioni, Sistema Nazionale delle Agenzie Ambientali, mondo della scuola, associazionismo, parchi e aree protette, etc.); cinque tavoli di lavoro e sessioni in plenaria, il tutto sotto

[ Read More ]

Premiate da Unesco Agenda2030 le Scuole sostenibili

A conclusione della Settimana dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile, Unesco CNES Agenda2030 ha premiato a Roma, il 26 novembre, 5 scuole sostenibile vincitrici del concorso 2017-2018. Tra le 5, due scuole sono delle rete di Giornalisti Nell’Erba. L’evento di chiusura della Settimana, che si è svolto nella sala del Primaticcio a Palazzo Firenze, è stat anche

[ Read More ]

Siena insegna a combattere il climate change

Siena (dalla nostra corrispondente) – Un meraviglioso luogo come la Toscana, dove il cielo è azzurro, le colline verdi e le vaste distese di vigne, che con i loro colori sgargianti attraggono il pubblico turistico, sta affrontando i cambiamenti climatici e l’inquinamento. Fortunatamente la Toscana, con le sue montagne, le sue vallate, il suo mare,

[ Read More ]

Ambiente: un diritto ancora molto da scrivere

Presentato alla Camera il 22 novembre il volume “Storia del Diritto Ambientale” (Primiceri Editore 2018) di Tullio Berlenghi. A parlarne bene c’erano il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il Capo Legislativo del MATTM Amedeo Speranza, il giornalista Marco Gisotti, il segretario all’Ufficio Presidenza Montecitorio e Membro della Commissione Ambientale Federica Daga e, ovviamente, il Capo Segreteria Tecnica del MATTM Tullio Berlenghi, l’autore del

[ Read More ]

Costa: “Ambiente, Italia ambiziosa”

Roma, 22 novembre 2018 – Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, a margine della presentazione alla Camera del saggio di Tullio Berlenghi “Storia del Diritto Ambientale” (2018 Primiceri Editore) risponde a domande su COP24, normativa End of Waste e prossimi passi su Educazione ambientale. Mancano due settimane alla Conferenza Onu sul clima (COP24) che si terrà

[ Read More ]

Tutta colpa degli Oreo?

Contro Oreo e Ritz, i biscotti che uccidono gli orango. La campagna di Greenpeace del novembre 2018 – quella che prevede anche il video della bambina censurato in Gran Bretagna perché considerato troppo politico e che arriva tramite richiesta fondi nelle caselle di posta di molti di noi – si concentra sulla multinazionale Mondelez, colpevole

[ Read More ]