A Perugia ci sono tutti. Le grandi firme, i volti della Tv, i conduttori con decenni di puntate alle spalle, ma anche tantissimi giovani, aspiranti della professione, e persino studenti in alternanza scuola e lavoro. Tutti si danno appuntamento per il Festival Internazionale di Giornalismo (IJF) che quest’anno dal 5 al 9 aprile ha festeggiato la sua 11 edizione. Oltre 500 gli speaker da 44 Paesi diversi, 200 i volontari, 250 gli incontri, 50 i workshop. Dibattiti, talk, interviste, film, documentari, presentazioni di libri… e tutto è gratis. L’IJF è un evento-gioiello italiano che richiama relatori e visitatori da tutto il mondo. Un luogo dove si parla di giornalismo e si fa giornalismo. Chris Potter, cofondatore e direttore del Festival (assieme ad Arianna Ciccone) fa il punto davanti ai microfoni di gNe. A lui chiediamo di commentare le sale affollate, la ricchezza scaturita dai panel e ovviamente il tema caldo delle fakenews e del fact checking, problema ripreso in più sfaccettature nell’intera kermesse.

Il successo del Festival? Il mix tra un media event straordinario combinato all’effetto Perugia: un’unica grande piazza che collega le varie location, un unico grande campus dove i dibattiti escono fuori dalle sale e proseguono in Corso Vannucci e i grandi direttori dei giornali sorseggiano un caffè o un aperitivo chiacchierando con i giovanissimi.

Share this article

Corrispondente dalla sua terra ligure. Approda a Giornalisti nell'erba dopo l'esperienza elettrizzante di inviato in "Expo Milano 2015". È laureato magistrale in Biologia a Milano. Gruppo sanguigno: giornalista ambientale e scientifico, ma ha scritto per diverse testate dalla cronaca, alla politica fino al settore ho.re.ca. Ama la natura sotto il pelo dell'acqua, con maschera e pinne, ma anche dall'alto, ottimo sul dorso di un cavallo. La comunicazione è l'ingrediente delle sue giornate. Collabora con Acquario di Genova (ha un passato da Whale watcher). Colazione rigorosamente focaccia e cappuccino. Aperitivo, spritz o Mohito. Appassionato di arte (debole per Caravaggio), bioetica, lettura e feste in spiaggia in buona compagnia. Contatto: g.vallarino@giornalistinellerba.it

Facebook Comments

Post a comment

dieci + due =