È Climeworks il nome dell’ultima tecnologia in campo ambientale.

Agli inizi di giugno infatti, a Zurigo, in Svizzera, è stato inaugurato questo nuovo impianto che ha lo scopo di catturare la CO2 e riutilizzarla. È il primo impianto al mondo su scala industriale che cattura carbonio dall’atmosfera e la sua efficienza è di 1000 volte superiore rispetto al ciclo di fotosintesi naturale.

Climeworks è costituito da 18 collettori posti sul tetto di un inceneritore che si trova fuori città. Il calore sprecato dalla struttura viene usato per alimentare le ventole del sistema di cattura del carbonio, che aspira l’aria dall’ambiente attraverso filtri che a loro volta catturano il carbonio. I filtri vengono poi riscaldati, rimuovendo così la CO2 per convogliarla nelle serre che si trovano nelle vicinanze dell’impianto, che ne useranno circa 900 tonnellate l’anno (l’equivalente dell’emissione di circa 190 auto). La CO2 viene quindi compressa e poi usata come fertilizzante in questo impianto specifico, ma potrebbe anche essere riutilizzata come combustibile per i veicoli o nelle industrie di bibite gassate.

L’obiettivo di Climeworks è quello di raggiungere in 10 anni una diminuzione dell’1% delle emissioni annuali di carbonio dell’intero pianeta, ma servirebbero centinaia di migliaia di impianti per ottenere effetti significativi.

Sarebbe una grande notizia se funzionasse veramente, l’unica domanda da porsi è: tecnologie come quelle di cattura del carbonio sono effettivamente efficaci? O piuttosto rallentano la transizione verso energie più pulite e rinnovabili, continuando a favorire l’uso di sistemi inquinanti?

 

Le foto sono state prese dal profilo Twitter di Climeworks.

Share this article

Sono laureata in Scienze della Comunicazione ed iscritta all'Ordine dei Giornalisti del Lazio, sezione pubblicisti. Ho studiato Fisica per tre anni, ma ho deciso di reinventarmi per seguire la mia strada. Raccontare, comunicare, rendere partecipi tutti di quello che succede nel mondo, senza pregiudizi, solo con passione. Perché è l’informazione l’arma più grande che abbiamo a nostra disposizione.

Facebook Comments

Post a comment

2 × 5 =