Come dice Gaetano Savatteri (in questo video) nel 2011-2012 Giornalisti Nell’Erba 6 è stato realizzato grazie alla buona volontà e alle tasche di chi crede in questo progetto. In particolare, alle mie e a quelle del team organizzativo (in primo luogo, Ernesto Stacchiola, Ilaria Romano, David De Angelis, Giorgia Burzachechi, Hélène Duval, Marco Morici, ma anche tanti altri) che hanno lavorato praticamente gratis. Un grazie speciale lo dobbiamo al Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e alla Federazione Nazionale della Stampa che ci aiutano ogni anno.

L’edizione n.7 è andata più o meno allo stesso modo. L’edizione n.8 ha avuto qualche sostegno in più, grazie al progetto SI FA PRESTO A DIRE GREEN, co-finanziato dalla Regione Lazio e con il contributo dei partner Unilever, Carlsberg Italia e Novamont.

Il 15% dei costi dell’edizione n.6 è stato coperto grazie a contributi istituzionali, dei quali dobbiamo ringraziare prevalentemente la Provincia di Roma e il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti. Un altro 15% totale è stato coperto grazie ai contributi del Comune di Monte Porzio Catone (500€), altri sostenitori e contributi del 5×1000 degli anni precedenti,  e grazie ai contributi di iscrizione al premio. Cosi si arriva al 30%. Il resto, è tanto lavoro gratis.

La 7a edizione, a causa della crisi, è partita con una situazione economica di previsione ancora più asciutta, e deve un grazie al contributo della Commissione Europea, che ha sostenuto i due panel di “Per Meglio Dire Ambiente”. L’ottava, si è detto, è stata la migliore. E’ riuscita a coprire il 70% delle spese.

Per la nona, al momento, a parte il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e la FNSI, né istituzioni né sponsor hanno risposto alle nostre richieste di sostegno. I tanti prestigiosi partner che affiancano gNe da tanti anni, così come gli enti che premiano il progetto con il loro patrocinio, non hanno messo a disposizione un budget di sostegno economico neppure nel passato, figuriamoci in quest’anno di crisi. Quanto ai contributi di partecipazione a gNe9, ci contiamo certo, ma non sono risolutivi. Questo il quadro.

Ci chiederete perché siamo partiti lo stesso con la nona  edizione. Ed avete ragione: la logica – non solo logica delle imprese, ma anche logica del no profit e logica del buon padre di famiglia – avrebbe voluto uno stop o quantomeno una sospensione del progetto. Non si può continuare, senza fondi. Dieci mesi di lavoro, per qualcuno quasi a tempo pieno, e senza compensi o rimborsi…  Un piano economico degno di questo nome, prevede possibilità di introiti, mentre allo stato attuale non ce ne sono.

 La verità è che siamo dei folli. Folli perché non vogliamo in nessun modo che muoia questo progetto, perché a dispetto dei conti, facciamo nottate, piangiamo e ridiamo, e ci emozioniamo ogni volta che arriva un articolo, un’inchiesta, un reportage, un disegno da uno dei nostri gNe, ogni volta che qualche gNe pone domande, ogni volta che ottiene risposte…ogni volta che li vediamo, centinaia, migliaia, da tutta Italia, felici, alla Giornata di fine maggio, al Festival del Giornalismo, ai panel, ai workshop…

 

 Per la sopravvivenza di gNe, per non dover – anzi, voler –  imparare a far soldi come fanno tanti furbetti, proviamo a chiedere il piccolo aiuto dei tanti che ci sono amici. Piccolo perché la crisi è seria per tutti. Piccolo quanto vuoi tu. Anche un solo euro ci aiuta.

alt

La ricevuta di erogazione liberale di contributo all’associazione di promozione sociale Il Refuso per la realizzazione del progetto giornalisti Nell’erba è deducibile. Per averla, inviare un’email a info@giornalistinellerba.org allegando ricevuta del versamento e intestatario completo di dati.

Share this article

Redazione centrale di giornalistiNellerba.it Giornalisti Nell'Erba è realizzato dall'associazione di promozione sociale Il Refuso. Nel tempo ha collezionato tanti riconoscimenti e partnership come ad esempio quelle con ANSA, Ordine Nazionale dei Giornalisti, Federazione Nazionale della Stampa, Federazione Italia Madia Ambientali FIMA, European Space Agency (ESA), Agenzia Spaziale Italiana, Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Lega Navale Italiana, Marina Militare, Università di Roma Tor Vergata. Ha i riconoscimenti della Presidenza della Repubblica, del Ministero dell'Ambiente e tante altre istituzioni.

Facebook Comments

Post a comment

diciotto − sette =