Valerio - Sannino - Moriconi

Valerio – Sannino – Moriconi

I cambiamenti climatici sono un problema oggi più che mai. Siamo l’ultima generazione che può provare a fermarli. Per affrontare un problema, però, bisogna prima studiarlo, capirlo, analizzarlo, così da poterlo risolvere e non permettere più che si ripresenti.

Per questo l’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) studia le condizioni dei nostri mari, insieme alla Lega Navale Italiana. Dagli studi effettuati si intravede già lo scenario futuro: l’Italia è più esposta di altre zone all’impatto dell’aumento delle temperature globali e rischia di vedere sommerse dalle acque dei mari alcune aree costiere particolarmente vulnerabili, ben 33 in tutto il territorio nazionale.

Nella giornata nazionale di Giornalisti Nell’Erba, tenutasi il 27 maggio scorso, i cambiamenti climatici era il lungo filo che ha legato i 40 eventi che si sono tenuti in tutta Frascati. Centinaia di ragazzi hanno, infatti, seguito i laboratori e le lezioni di ricercatori, studiosi e scienziati.

Tra questi, il laboratorio “Diluvio Caldo”, che ha mostrato ai ragazzi come la “fredda” raccolta e analisi di dati abbiano dei riscontri diretti sulla realtà che ci circonda. Relatori del panel:

  • Claudio Moriconi – Laboratorio di Robotica, Unità Tecnica Tecnologie avanzate ENEA
    Si occupa delle apparecchiature preposte alla rilevazione dei dati. Il suo team si occupa dei “pesci robot” che “nuotando” in gruppo e comunicando tra loro scandagliano i fondali marini in cerca di informazioni

  • Gianmaria Sannino – responsabile Laboratorio Modellistica Climatica e Impatti ENEA
    Studia le variazioni del clima analizzando i dati che vengono raccolti

  • Luigi Valerio – architetto, dirigente dell’area tecnica del Parco Regionale “Riviera di Ulisse”, esperto sulle Aree Marine Protette della rete “Tartalazio”, istituita dalla Direzione Ambiente della Regione Lazio per la tutela delle tartarughe marine e per 20 anni esperto delle “Oasi Blu” del WWF Italia. Velista, presidente della Sezione L.N.I. di Sperlonga-Lago di Fondi.
    Profondo conoscitori dei mari, ha parlato ai ragazzi di come alcune specie di pesci mai viste prima nei mari del Lazio siano emerse ultimamente, compromettendo l’habitat consolidato della Regione.

 

 

Facebook Comments

Post a comment

undici + quattro =