Chiude Ecofuturo, il Festival delle ecotecnologie per conoscere e far conoscere l’innovazione ispirata alla sostenibilità.
Dal Fenice Green Energy Park di Padova, l’ultima giornata è stata l’occasione per discutere di mobilità alternativa. Perché l’utilizzo di veicoli elettrici (anche in accoppiata con il biometano) oltre a ridurre l’impatto ambientale e le emissioni inquinanti rende pure più convenienti gli spostamenti sul piano economico. Per via del minor costo del “carburante” e per via dei costi sociali che ci vengono risparmiati grazie ad un maggiore rispetto dell’ambiente.

L’offerta dei contenuti portati al grande pubblico in questa quarta edizione ha trovato un positivo riscontro. Sono stati, infatti, 180.000 i contatti avuti su internet e sui social, grazie anche alle dirette streaming degli eventi.
Eventi in cui oltre 50 professionisti del settore ecologico hanno presentato le loro tecnologie ecofriendly insieme a 30 esperti e ricercatori ambientali.
Dai pannelli solari ripiegabili alle tecniche di ecodragaggio per ripulire le acque, fino a mezzi di trasporto completamente sostenibili. Passando per le auto elettriche, la conversione del trasporto pesante a bioGnl e il biogas, per il quale sono state illustrate molte proposte concrete portate dal Consorzio Italiano Biogas.
E il #biogasfattobene assieme gli orti biodinamici sono state alcune delle soluzioni proposte per uno sviluppo armonico dell’agricoltura a difesa sia del benessere delle persone, sia del clima.
Pratiche che insieme non solo contribuiscono all’azzeramento della CO2 in atmosfera, ma addirittura la stoccano nel terreno fungendo da “pozzo di assorbimento”.

Ma, si sa, il cambiamento parte anche delle piccole operazioni quotidiane che ognuno di noi mette in pratica. Ad Ecofuturo si è quindi parlato anche di tecnologie in grado di rendere ogni singolo cittadino padrone dell’ambiente e del benessere collettivo.
Perché “le uniche leggi inderogabili sono quelle di madre natura, noi possiamo e dobbiamo adattarci», ha commentato durante l’ultima sessione l’onorevole Serena Pellegrino, Vicepresidente della Commissione Ambiente e lavori pubblici della Camera dei Deputati.

Ecofuturo è ora già al lavoro per la prossima edizione che si terrà dall’11 al 15 luglio 2018.

Share this article

Laureato in Economia dell'Ambiente e dello Sviluppo. Houston, we have a problem: #climatechange! La sfida è massimizzare il benessere collettivo attraverso la via della sostenibilità in modo da garantire pari benefici tra generazioni presenti e future. Credo che la buona informazione sia la chiave in grado di aprire la porta del cambiamento. Passioni: molte, forse troppe.

Facebook Comments

Post a comment