di Giulio Ranalli

Fin dalla sua creazione, nel 2004, Facebook ha aumentato esponenzialmente la sua presenza all’interno delle nostre vite, grazie soprattutto all’aumento dei servizi offerti. Il Social Network di Zuckerberg, in questo momento, assieme agli altri social lo network è il principale sistema di informazione globale.

Secondo una recente ricerca a cura di Claudio Agosti di Good Technology Collective, Renata Avila di Creative Commons e il giornalista Federico Sarchi, in Argentina tre quinti della popolazione si informano quotidianamente solamente su Facebook. Un altro aspetto messo in luce dalla ricerca evidenzia che di tutti i post pubblicati su Facebook dalle Fan Page, l’algoritmo mostra solo una parte di questi  ai seguaci delle pagine. Questo conferma che gli utenti di Facebook hanno scarsa libertà decisionale nella scelta dei contenuti da vedere e nella selezione delle informazioni. Una situazione  che potrebbe profilare un panorama futuro allarmante, soprattutto in virtù del fatto che sempre più persone utilizzano il Social Network di Palo Alto come fonte principale da cui attingere alle notizie. Ma l’attenzione sulla questione è alta, non rimane che attendere e vedere come Zuckerberg e i suoi programmatori sbroglieranno questa matassa.

Di seguito l’intervista a Renata Avila di Creative Commons

Facebook Comments

Post a comment

otto + 13 =