Un team di scienziati delle Università di Bath e Sussex ha sviluppato un rivoluzionario metodo contro le formiche tagliafoglie (Atta Fabricius).

Questo metodo potrebbe ridurre drasticamente l’impiego di pesticidi chimici, che come sappiamo inondano il mercato agricolo.

I ricercatori hanno elaborato un sistema che prevede il posizionamento di trappole denominate strutture metallo-organiche (MOF)

Per attirarle più efficientemente si sono serviti anche di modelli computazionali con i quali hanno simulato il movimento delle molecole dei feromoni all’interno dei pori dei MOF.

Andrew Burrows, professore di chimica organica a Bath che ha condotto lo studio ha spiegato: “Le nostre strutture metallo-organiche agiscono come una sorta di spugna in cui i feromoni possono essere incapsulati nei pori e quindi rilasciati lentamente nel tempo”.

Si tratta di una scoperta rivoluzionaria nel campo che potrebbe ridurre significativamente le quantità di pesticidi tossici utilizzati oggi.

Facebook Comments

Post a comment