alt

 

Archeologia e ricerca spaziale, scavi e satelliti. Gli “Indiana Jones”  della Scuola Spagnola di Storia e Archeologia impegnati  da anni sui reperti e la ricostruzione storica dell’antica Tuscolo vanno ora a braccetto con la scienza planetaria e quella spaziale. La nuova fase di recupero e valorizzazione di Tusculum antica e medievale, partita in luglio e con all’attivo già il ritrovamento di importanti testimonianze archeologiche, prevede infatti l’utilizzo di tecnologie avanzatissime e necessarie per completare le ricerche. In questi giorni, sono state eseguite le riprese aeree, realizzate dall’equipe del professor Gian Gabriele Ori dell’istituto di ricerca “International Research School of Planetary Science”  dell’università G. D’Annunzio di Pescara, sull’area archeologica con un piccolo velivolo radiocomandato drone.  Saranno invece le tecnologie utilizzate dalla ricerca spaziale a fornire i mezzi per acquisire una mappatura 3D del sito e poter fare in questo modo un censimento completo delle emergenze archeologiche. Con la nuova cartografia digitale si potrà nei prossimi mesi fare un GIS – frutto della nuova collaborazione tra gli archeologi della Scuola Spagnola e i ricercatori dell’European Space Agency ESA-ESRIN,  in cui confluiranno i dati storici e archeologici raccolti dal 1994 ad oggi nel corso del progetto di recupero di Tusculum . Infine, grazie alle competenze specifiche della direttrice del progetto, Leonor Peña-Chocarro, sono in corso anche innovative ricerche archeobiologiche per poter ricostruire il paesaggio e l’economia del territorio tuscolano in epoca medievale.

Gli interventi della campagna 2012 rientrano nell’obiettivo di musealizzazione dell’area archeologica coerente con il progetto di apertura del sito al pubblico e con la creazione del Parco Archeologico Culturale di Tuscolo che da anni la Comunità Montana Castelli Romani e Prenestini sta portando avanti.

Share this article

Redazione centrale di giornalistiNellerba.it Giornalisti Nell'Erba è realizzato dall'associazione di promozione sociale Il Refuso. Nel tempo ha collezionato tanti riconoscimenti e partnership come ad esempio quelle con ANSA, Ordine Nazionale dei Giornalisti, Federazione Nazionale della Stampa, Federazione Italia Madia Ambientali FIMA, European Space Agency (ESA), Agenzia Spaziale Italiana, Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Lega Navale Italiana, Marina Militare, Università di Roma Tor Vergata. Ha i riconoscimenti della Presidenza della Repubblica, del Ministero dell'Ambiente e tante altre istituzioni.

Facebook Comments

Post a comment

diciassette − 7 =