La carta più green d’Europa da ieri è ufficialmente quella dell’impresa italiana Favini. Favini è un’eccellenza italiana in fatto di qualità, di estetica, di innovazione e di sostenibilità. Non a caso, con la sua carta “Remake” , vince gli European Paper Recycling Awards 2017 

Nata da un processo di upcycling dei residui del cuoio, la carta Favini Remake ha ottenuto il premio biennale, giunto alla sesta edizione, promosso dall’European Recycling Paper Council (ERPC) e diretto ad imprese e istituzioni, associazioni, scuole, università e ONG che abbiano realizzato progetti di comunicazione, tecnologici e di ricerca e sviluppo sul tema del riciclo della carta, volte al miglioramento della raccolta, del recupero e del riciclo. Con questa iniziativa l’ERPC intende accendere i riflettori su progetti innovativi che abbiano cambiato il modo di pensare sul riciclo della carta, il cui tasso dovrebbe raggiungere il 74% in Europa entro il 2019..

 Favini Remake è una carta innovativa che si compone per il 25% di sotto-prodotti della filiera della pelletteria, per il 40% di cellulosa di riciclo post-consumo e per il 35% di fibre di cellulosa vergine certificata FSC. Il risultato è una carta nata da un processo di upcycling, riciclabile e compostabile al 100%, che garantisce ottime prestazioni di stampa e trasformazione, permettendo di realizzare le più svariate applicazioni, dalle brochure alle shopper, dai cartellini al packaging, destinati al mondo della moda e del lusso. Inoltre, i residui di cuoio visibili sulla superficie donano un aspetto distintivo con un effetto tattile morbido e sorprendentemente vellutato, che rende questa speciale carta adatta anche ai progetti più creativi.

Alla premiazione, il 18 ottobre, presso la sede del Parlamento Europeo di Bruxelles, sul palco a ritirare il premio c’era Eugenio Eger, amministratore delegato Favini, e Michele Posocco, Brand Manager Favini. La carta Remake è stata selezionata da una giuria di qualità, composta da esperti del settore, giornalisti e membri del Parlamento Europeo, sulla base di specifici criteri, come la rilevanza, l’originalità, i risultati, la riproducibilità del progetto e l’ottimizzazione dei costi.

Ricevere questo prestigioso premio testimonia l’eccellenza della nostra azienda nel coniugare innovazione e rispetto per l’ambiente. Il nostro laboratorio di Ricerca e Sviluppo, da oltre vent’anni, è impegnato nella sperimentazione di carte di alta qualità contenenti nuovi materiali alternativi provenienti da diverse filiere industriali, in ottica di recupero e di valorizzazione delle risorse. Il nostro approccio ci ha permesso di creare carte innovative che sono apprezzate da realtà prestigiose, fornendo loro materiali esclusivi, pensati per celebrare, anche nel packaging, l’eccellenza”, ha detto Eger.

Oltre all’ERPC, anche famosi brand hanno apprezzato la Remake: Benetton Group ha scelto nell’ambito della sua campagna sulla sostenibilità la carta Remake per tutti i cartellini di United Colors of Benetton, Vivienne Westwood, icona del fashion britannico, ha dato vita a esclusivi packaging, infine per Louis Vuitton, la griffe francese del lusso, Favini ha realizzato la carta Remake Sand per le shopper, partendo proprio dai lori sottoprodotti di pelletteria.

 

 

 

 

 

Share this article

Redazione centrale di giornalistiNellerba.it Giornalisti Nell'Erba è realizzato dall'associazione di promozione sociale Il Refuso. Nel tempo ha collezionato tanti riconoscimenti e partnership come ad esempio quelle con ANSA, Ordine Nazionale dei Giornalisti, Federazione Nazionale della Stampa, Federazione Italia Madia Ambientali FIMA, European Space Agency (ESA), Agenzia Spaziale Italiana, Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Lega Navale Italiana, Marina Militare, Università di Roma Tor Vergata. Ha i riconoscimenti della Presidenza della Repubblica, del Ministero dell'Ambiente e tante altre istituzioni.

Facebook Comments

Post a comment