Un’importante opportunità di riqualificazione per i territori avvelenati

Di recente è stata approvata la sperimentazione delle proprietà di bonifica del terreni dai metalli pesanti della cannabis in Puglia attraverso il progetto GREEN “Generare risorse ed economie nuove”, a cura dell’Associazione Biologi Ambientalisti Pugliesi (ABAP).

Un ettaro di terreno nei pressi dell’aeroporto di Bari, verrà infatti destinato alla coltivazione sperimentale di vari tipi di canapa, per studiarne gli effetti fitorisananti e poi scegliere le varietà più adatte al processo di bonifica dei terreni inquinati, come quello di Taranto.

Ciò che rende la canapa il miglior concorrente al fitorisanamento dei territori molto inquinati è la caratteristica di crescere in ambienti ostili, la rapidità di crescita e le infinite risorse che se ne possono ricavare nonostante l’impiego in aree inquinate (in questo caso le piante, dopo la raccolta, saranno impiegate per la Bioedilizia). Queste rappresentano tutte qualità che incentivano un’economia ‘green’ di riciclo e di creazione di nuove risorse, e che dobbiamo assolutamente sfruttare in prospettiva di un futuro migliore.

Facebook Comments

Post a comment