Identificare l’impresa all’interno della comunità, è questa la finalità dell’azienda Coca-Cola. La general counsel della società e presidente Valore D Sandra Mori ha evidenziato questo durante la conferenza nella mattina di venerdì 7 aprile durante il Festival del Giornalismo. Nonostante si pensi che Coca-Cola sia una grande azienda che si basa solo sui ricavati e che considera i lavoratori solo come numeri, in realtà, entrando a far parte della multinazionale, ci si può rendere conto che si tratta di un insieme di persone provenienti da 207 paesi nel mondo che formano una bellissima comunità. E all’interno di questa comunità sono presenti molte donne che vanno tutelate, per questo è nata l’associazione Valore D. Il network delle donne ha fatto nascere il progetto in cui le aziende possono trovare un posto dove scambiarsi le esperienze positive. L’idea è nata dalla signora Mori che, accorgendosi di essere stata fortunata nel suo percorso lavorativo, ha deciso di aiutare le donne che si trovano in situazioni differenti dalla sua. Anche grazie a questo progetto Sandra si è resa conto che le donne tendevano a laurearsi solo in alcune facoltà, mentre ne lasciavano altre, come ingegneria informatica, solo agli uomini. Così è nata, all’interno del progetto, l’idea di andare nelle scuole per promuovere la parità di genere all’interno del mondo del lavoro. Alla conferenza “Fare rete: condividere per costruire comunità” del Festival del Giornalismo 2017 si è parlato anche di questo, cercando di sensibilizzare soprattutto le nuove generazioni all’uso dei social network in modo efficace.

Facebook Comments

Post a comment

due × 2 =