20160219_161431Tra fisica e metafisica, tra scienza e arte, con il sorriso e le parole più semplici possibili per tentate di definire l’infinito e spiegare le onde gravitazionali. Così, l’incontro tra i due ricercatori Giovanni Mazzitelli e Catalina Curceanu alle Scuderie Aldobrandini di Frascati (Roma) lo scorso 18 febbraio. Un appuntamento, organizzato da FrascatiScienza, che funge da “pit stop” in attesa della settimana della scienza di settembre prossimo e della grande Notte Europea dei Ricercatori 2016.

Si è parlato d’arte, partendo dal ricordo dell’opera dello scultore rumeno Constantin Brancusi nei 140 anni dalla nascita, passando per i concetti di ricerca e di tecnologia, di intelligenza e di scoperte, ripercorrendo le teorie della nascita e dello sviluppo dell’universo, ovviamente non tralasciando l’infinito e i LIGO, acronimo di Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory (osservatorio interferometro laser delle onde gravitazionali) e le loro prossime missioni nello spazio, in assenza di “interferenze” gravitazionali terrestri, appunto… per finire all’informazione.

Qualcuno dal pubblico ha chiesto ai due ricercatori se la tecnologia è più o meno importante della capacità di porsi problemi e risolverli. Ecco la risposta di Mazzitelli. Niente male.

 

Share this article

Redazione centrale di giornalistiNellerba.it Giornalisti Nell'Erba è realizzato dall'associazione di promozione sociale Il Refuso. Nel tempo ha collezionato tanti riconoscimenti e partnership come ad esempio quelle con ANSA, Ordine Nazionale dei Giornalisti, Federazione Nazionale della Stampa, Federazione Italia Madia Ambientali FIMA, European Space Agency (ESA), Agenzia Spaziale Italiana, Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Lega Navale Italiana, Marina Militare, Università di Roma Tor Vergata. Ha i riconoscimenti della Presidenza della Repubblica, del Ministero dell'Ambiente e tante altre istituzioni.

Facebook Comments

Post a comment

sedici − uno =