Si apre domani 17 maggio a Mantova il  Food&Science Festival, edizione dedicata ai semi. Fino a domenica 19 maggio oltre 200 appuntamenti tra conferenze, mostre, laboratori, workshop, proiezioni e degustazioni, con più di 100 ospiti all’insegna del delicato e profondo rapporto tra cibo e scienza.

Per la terza edizione ospiti del panorama scientifico e culturale nazionale e internazionale, come il Premio Pulitzer Deborah Bloom, “paladina” della sicurezza alimentare, e il docente Ecologia evoluzionistica dell’Institute of Evolutionary Biology dell’Università di Edimburgo Jonathan Silvertown, molto attivo anche nel campo della salvaguardia dell’ambiente.

Incontri di taglio divulgativo ed ad altri rivolti agli addetti ai lavori e agli studenti nell’ottica di un percorso di formazione valida per ogni professionalità del settore, già formata e da approfondire o ancora in erba. Alle scuole dedicati anche i laboratori del venerdì,  occasioni per i più piccoli di imparare divertendosi e mettendo alla prova la propria fantasia.

La mattina si apre al Liceo Classico Virgilio, dove la Sala Addottoramenti sarà teatro di due appuntamenti, rispettivamente a cura dell’Organizzazione Interprofessionale del Gran Suino Italiano e di Assocom. Nel primo, alle 9.30, si rifletterà sul Benessere ed uso prudente dell’antibiotico, due opportunità per migliorare la competitività della produzione suinicola, mentre alle 11.30 Patrizia Bassi, Ilaria Braschi, Danio Chiozzi, Lorenzo Fontanesi, Marianna Garlanda, Matteo Lasagna, Paolo Trevisi Luigi Zanotti, moderati da Guido Lombardi, presenteranno gli obiettivi di REFLUA, un progetto importante per un’agricoltura che ha scelto la strada della sostenibilità. A cura di Intesa Sanpaolo in collaborazione con Confagricoltura è invece L’agricoltura tra innaovazione e agroenergie: analisi e prospettive di sviluppo del settore, alle 9.45 nella Sala delle Lune e dei Nodi. Durante il convegno, Pietro Angeli, Umberto Castagna, Alberto Cortesi, Christian Curlisi, Giuseppe Dasti, Lavinia Stoppani e Gianluigi Venturini presenteranno i risultati dell’indagine condotta dalla Direzione Regionale Lombardia e dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo – in collaborazione con Confagricoltura Mantova, Brescia e Cremona – su un campione di aziende delle rispettive province, appartenenti principalmente ai settori cerealicolo e zootecnico, con lo scopo di analizzare le peculiarità, i punti di forza e le aree di miglioramento del territorio.

Cos’hanno da insegnarci le piante? Alle ore 10 alla Loggia del Grano lo spiegherà Barbara Mazzolai, inventrice del primo robot ispirato alla Natura Geniale (Longanesi, 2019) del mondo vegetale e alle sue caratteristiche, mentre in contemporanea, in Piazza Leon Battista Alberti, gli studenti degli Istituti Fermi e Strozzi faranno luce sulle Innovazioni green per l’agro-alimentare mantovano, raccontando le idee innovative sviluppate in stretta sinergia con una decina di imprese locali del settore. In Piazza Leon Battista Alberti si affronterà invece il tema della Prevenzione primaria: l’alimentazione nei primi mille giorni di mamma e bambino, l’incontro in collaborazione della Fondazione Veronesi in cui Elena Dogliotti e Benedetta Raspini chiariranno abitudini alimentari e comportamenti sani da tenere nel periodo che va dalla gravidanza ai primi due anni dal parto.

Conclusione della prima parte della giornata alle 11.30 con Gestione del campo, protezione delle acque, l’evento a cura di Syngenta dedicato ai programmi di gestione agronomica integrata alla gestione ambientale con Dario Manuello e Luca Serrati moderati da Lorenzo Tosi (Sala delle Lune e dei Nodi), e la diretta di Radio3 Scienza dalla Loggia del Grano in compagnia di alcuni degli ospiti del Festival.

E dopo una breve pausa, si riprende alle 14.30 con due eventi in contemporanea. Nella Sala delle Lune e dei Nodi, sempre a cura di Syngenta, Dario Manuello affiancato questa volta da Riccardo Vanelli racconteranno il ruolo dell’innovazione a servizio della filiera e della ricerca durante Accelerating innovation in a changing world mentre nella Sala degli Stemmi si andrà a Lezione di comunicazione e impresa grazie al workshop interattivo per studenti universitari di comunicazione scientifica e strategia imprenditoriale curato da Intesa Sanpaolo e Food&Science Festival con Matteo Gallo e Daniela Ovadia. Nella stessa sala, alle 16.30, avrà luogo anche l’appuntamento che la Fondazione BCFN riserva ai docenti: Noi, il cibo, il nostro pianeta, un percorso di educazione digitale e cittadinanza attiva attraverso la sostenibilità alimentare e ambientale, dal nome del progetto di didattica digitale gratuito grazie al quale i professori di ogni ordine e grado possono trasferire conoscenze scientifiche a studenti di tutte le età.

Ma è alle 17 che il Food&Science Festival viene inaugurato ufficialmente, durante la tavola rotonda Seminare il futuro: al Teatro Scientifico Bibiena Gian Marco Centinaio, Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo della Repubblica Italiana, Massimiliano Giansanti, Presidente Nazionale Confagricoltura, e Michele Morgante dell’Istituto di Genomica Applicata, Udine e SIGA, Società Italiana di Genetica Agraria chiameranno l’attenzione sulle sfide dell’Europa nel settore della produzione agricola sostenibile, una strada da percorrere tanto lunga quanto necessaria. E a seguire, in collaborazione con Esselunga, torna Il Quizzone, ultimo appuntamento del pomeriggio prima della proiezione serale, perché alle 21.15 al Cinema del Carbone riparte il Food&Science Doc, la rassegna cinematografica dedicata ai temi del Festival. Con un dibattito sul tema insieme all’etologo inglese Jonathan Silvertown e al giornalista Marco Ferrari, buio in sala per Golden Genes, film sul ruolo delle biobanche tra possibilità concrete e speranze per il futuro.

LABORATORI, WORKSHOP E ALTRE ATTIVITÀ

Al Food&Science Festival la scienza si impara mettendosi in gioco grazie ai laboratori e alle tante attività che durante i tre giorni di manifestazione permetteranno a bambini, ragazzi e famiglie di approfondire i temi scientifici affrontati da prospettive diverse e insolite. Riservati alle scuole alcuni appuntamenti del venerdì: È l’ora della pasta, con Alkémica cooperativa, che porta gli studenti a preparare tagliatelle e farfalle impastando e divertendosi (ore 9.45 e 11, Piazza Leon Battista Alberti, Parrocchia S.Andrea), Grana Padano DOP un tesoro da mangiare (ore 9 e 11) e Grana Padano DOP e l’arte della caseificazione (ore 10.15), entrambi in Piazza Concordia, a cura del Consorzio Tutela Grana Padano, e A scuola di Parmigiano Reggiano (ore 9, 11 e 12) in Piazza Marconi, a cura del Consorzio Formaggio Parmigiano Reggiano.

E mentre gli studenti si metteranno alla prova con i laboratori, gli ospiti del Festival prenderanno posto sul divano di Ruggero Rollini: divulgatore scientifico e youtuber, tutti i giorni per le vie di Mantova intervisterà i protagonisti del Food&Science Festival ospitandoli sul suo divano itinerante con le ruote, format innovativo e novità di questa edizione.

Nuove anche le mostre in esposizione quest’anno, Food Security, allestita nel passaggio tra Piazza Mantegna e Piazza Leon Battista Alberti e RIZOSFERA, la vita sottoterrestre, nella Sala delle Capriate di Piazza Leon Battista Alberti. La prima, a cura di Jacopo Pasotti e Elisabetta Zavoli, presenta una selezione di fotografie realizzate dagli autori in una serie di reportage sui Sustainable Development Goals in diversi Paesi dell’Asia, casi esemplari di gestione comune e sostenibile delle risorse da cui dipende la loro sicurezza alimentare e non solo; la seconda, a cura di Vincenzo Guarnieri (Frame) e auroraMeccanica con illustrazioni a cura di Nadia Borgetti, è una porta di ingresso per quello che succede dove non possiamo vederlo, sotto terra, tra le radici in un buio pieno di vita.

IL FESTIVAL

Promosso da Confagricoltura Mantova, ideato da FRAME – Divagazioni scientifiche e organizzato da Mantova Agricola, il Food&Science Festival si avvale di Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, Regione Lombardia, Comune di Mantova, Camera di Commercio di Mantova, Fondazione BPA Poggio Rusco, CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche, Università degli Studi di Torino, Fascination of Plants Day 2019, Università di Parma, Parco del Mincio, Confcommercio Mantova e Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Mantova come partner istituzionali; Intesa Sanpaolo, Fondazione Banca Agricola Mantovana, Syngenta, Gruppo Tea, Esselunga, Consorzio Tutela Grana Padano, Consorzio Formaggio Parmigiano Reggiano e Granarolo come main partner; Focus e Landini come partner; De Simoni come sponsor; Mail Boxes ETC Mantova, Pool Pack e Assosementi come supporter; Focus Junior, Rai Radio3, Radio Pico e Radio Viva FM come media partner. Tea Acque è l’acqua ufficiale della manifestazione. Il Festival si avvale inoltre della collaborazione di Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Istituto di Genomica Applicata, Fondazione Umberto Veronesi, Società Italiana di Genetica Agraria, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante (IPSP) -CNR- e Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi -Università degli Studi di Torino- e Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro.

Share this article

Redazione centrale di giornalistiNellerba.it Giornalisti Nell'Erba è realizzato dall'associazione di promozione sociale Il Refuso. Nel tempo ha collezionato tanti riconoscimenti e partnership come ad esempio quelle con ANSA, Ordine Nazionale dei Giornalisti, Federazione Nazionale della Stampa, Federazione Italia Madia Ambientali FIMA, European Space Agency (ESA), Agenzia Spaziale Italiana, Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Lega Navale Italiana, Marina Militare, Università di Roma Tor Vergata. Ha i riconoscimenti della Presidenza della Repubblica, del Ministero dell'Ambiente e tante altre istituzioni.

Facebook Comments

Post a comment

5 × due =