Expo Milano 2015, 10 ottobre (dal nostro invato) – Ancora una volta la natura è la migliore delle scuole. Ci sono dei batteri che da sempre, col loro metabolismo, riducono i nitrati ad elementi semplici. Perché non utilizzarli per risolvere il problema dei nitrati dai liquami zootecnici? E’ quello che fa la tecnologia israeliana TAYA, applicata per la prima volta in Italia, in una cascina mantovana. Al padiglione Israele, di fronte ad una platea molto tecnica di allevatori, Marco Bellini, agronomo, spiega il progetto “Demofarm Terra Viva”.
Il progetto #gNeLab Expo, che vede un “presidio” di giovani giornalisti Nell’erba a caccia di notizie su sostenibilità, innovazione, greenicità nei sei mesi dell’Esposizione universale, è frutto della partnership con Carlsberg Italia – Birrificio Angelo Poretti (birra ufficiale di Padiglione Italia).

Share this article

Corrispondente dalla sua terra ligure. Approda a Giornalisti nell'erba dopo l'esperienza elettrizzante di inviato in "Expo Milano 2015". È laureato magistrale in Biologia a Milano. Gruppo sanguigno: giornalista ambientale e scientifico, ma ha scritto per diverse testate dalla cronaca, alla politica fino al settore ho.re.ca. Ama la natura sotto il pelo dell'acqua, con maschera e pinne, ma anche dall'alto, ottimo sul dorso di un cavallo. La comunicazione è l'ingrediente delle sue giornate. Collabora con Acquario di Genova (ha un passato da Whale watcher). Colazione rigorosamente focaccia e cappuccino. Aperitivo, spritz o Mojito. Appassionato di arte (debole per Caravaggio), bioetica, lettura e feste in spiaggia in buona compagnia. Contatto: g.vallarino@giornalistinellerba.it

Facebook Comments

Post a comment

7 + 20 =